Gli antichi Veda

 Sutra01La parola Veda significa conoscenza di tutto. Questa parola deriva dalla radice ‘vit’ che significa conoscenza. I Veda diffondono a
tutta l’umanità la luce divina della conoscenza. La cultura indiana non appartiene a nessuna setta ma a tutto l’ universo e questa e’  la grandezza dell’ India e della sua cultura.

Veda significa letteralmente sapienza, conoscenza della verita’ fondata sulla percezione. Non si tratta di conoscenza teorica ma della verità percepita dall’ individuo nello stato di pura coscienza.  Significa conoscenza universale. La conoscenza vedica stessa e’ basata sulla libertà e sull’ intelligenza creativa dell’ essere umano.

I Veda sono anche chiamati ‘Nitya’ perche’ sono eterni  e ‘ Apauruseya’ perche’ non sono stati inventati dall’ uomo. La loro origine e’ divina.

I Veda sono come il respiro stesso di Dio. I sacri Rishi con le loro penitenze e le ricerche nella Natura di Dio percepirono i Veda per mezzo di tanti Suoni Divini (mantra) che giunsero loro direttamente dall’ Essere Supremo. L’ ‘Aksara’ AUM e’ l’ origine dei veda e del Creato. I Veda infatti sono chiamati anche ‘Sruti’ che significa nota musicale. Questi Veda sono il prodotto solamente dell’ audizione da parte di Veggenti  dei vari suoni Divini, e si chimano Sruti perche’ sono stati ricevuti per mezzo dell’ azione auditiva.

I grandi Rishi che avevano realizzato Dio donarono a tutto l’ Universo il tesoro dei Veda, e i grandi poemi epici del Ramayana e il Mahabharata, il Bhagavata, oltre alle Upanishad e tutto il Vedanta.

Gli antichi veda sono documenti filosofici prodotti dalla civilta’ indoeuropea e contengono i fondamenti del pensiero, della cultura e della sacra legge indiana. Questi testi sacri si dividono in tre parti: i Samhitas, comprendenti i Rig-Veda (canti di lode agli dei), i Sama-Veda (melodie che accompagnano i canti)e gli Yajur-Veda (formule sacrificali); i Brahmanas, che spiegano il significato dei sacrifici e dei riti e il modo in cui dovrebbero essere eseguiti; e gli Aranyakas e le Upanishad che sono scritti filosofici e misitici che descrivono la natura della Realta’ Suprema.

I Veda sono quindi  molto piu’ che libri teologici. Essi contengono una ricca mitologia sulle divinita’ che intreccia mito, teologia e storia. Questa mitologia teologica ha radici talmente profonde nella storia e nella cultura dell’ India che rifiutarne la veridicita’  corrisponde ad opporsi all’ India stessa. Se un sistema corrisponde e accetta la cultura indiana e tutta la sua mitologia e storia, allora puo’ essere considerata induista, anche se atea, michilista o teista. Questa apertura puo’ creare confusione per un occidentale alla ricerca della logica e la razionalita’ anche nelle religioni. Per gli induisti il conflitto e’ una contraddizione logica e genuina.

La visione dei Veda considera l’  intero universo o macrocosmo una vera e propria persona cosmica detta Purusha di cui il corpo umano e’ una replica in miniatura, un microcosmo.

La mappa dei campi energetici del corpo umano non e’ che un riflesso della mappa dell’ universo.

Le grandi scritture degli Indu sono i Veda, Le Upanishad, i Purana, e le Dharma Sastra. In esse sono tracciati con ricchezza di particolari i valori eterni della vita.

I Veda sono la più antica testimonianza scritta della Conoscenza. Le parole dei Veda furono accuratamente memorizzate in versetti metrici e trasmesse di generazione in generazione. Quando furono emanati ce n’era un numero interminabile, ma oggi, dopo il corso dei secoli, ne sono rimasti solo quattro (Rg Veda, Yajur Veda, Sama Veda, Atharva Veda)

Il Rig Veda e’il piu’ antico dei testi vedici (1500 a.C), ed e’ una raccolta di mantra: parole di potere, suoni primordiali che rispecchiano l’ operato dell’ universo a tutti i livelli. Questi mantra vedici, l’ essenza dei quali e’ il divino OM riflettono i marma cosmici, punti energetici sensibili che governano l’ universo e i suoi processi.  Come i mantra sono i poteri-seme che stanno alle basi della parola e del linguaggio, i marma sono i luoghi-seme che stanno alle basi del corpo e del suo movimento.

Il Rg Veda inoltre contiene sentenze importanti, come ‘Sathyyam vada’ (dire il vero); ‘ Dharmam ciara (segui il Dharma, la via della rettitudine). Contiene anche vari riti e procedure giovevoli a mantenere intatta la societa’. La sentenza o Mahavakya di questo veda e’ ‘Prajnanam Brahma’ e significa che la Realta’ Suprema e’ la Consapevolezza Divina, il Parabrahman.

Lo Yajur Veda insegna come compiere i doveri (sia rispetto a Dio: quindi i rituali da seguire in ogni atto sacrificale; sia rispetto al mondo ed alla societa’), oltre che occuparsi della sicurezza della societa’. La sentenza e’ ‘Asam Brahmasmi’ e significa ‘Io sono il Brahman’. Ossia ognuno, ogni Io e’ il Brahman, il Dio.

Il Sama Veda contiene delle parole musicate, ed il loro testo contiene l’ essenza del Rg e del Sama Veda. La sentenza e’ Tat tvam asi’, e significa ‘ Tu sei quello’.

L’ Atharva Veda insegna come allevare i bambini, come aver cura della famiglia e degli anziani e come vivere contenti. La sentenza e’ ‘Ayam Atma Brahma’ e significa ‘l’ Atman e’ Brahman’

Quattro Upaveda  o Veda secondari da cui derivano le scienze vediche attuali:

1 Dhanur Veda  Arti Marziali – Kalaripayat

2 Ayurveda  Medicina per corpo e mente

3 Gandharva Veda  Musica, danza e letteratura

4 Sthapatya Veda   Vastu o influssi direzionali e architettura

VeedangaAstrologia vedica

I Veda contengono 10.581 mantra e 1000 Sukta. Dai Veda hanno origine l’ Ayurveda, il Dhanurveda, il Gandharvaveda e il Natyaveda.

vedas

 

Queste scienze possiamo rintracciarle agli albori della storia stessa della civilta’dell’ India antica, una delle piu’ antiche e raffinate del mondo. Questa ha avuto inizio con l’ antica cultura dell’ Indu-sarasvati (3500.1700 a.C), la piu’ grande civilizzazione urbana esistente a quei tempi, come e’  stato rivelato dei grandi siti archeologici di Harappa, Mohenjodaro, Rakhigarhi e Dholavira.

I primi testi vedici descrivono le principali aree dei marma: testa, cuore e ombelico, oltre ai vari Prana, tessuti e organi del corpo.

La compilazione dei primi testi ayurvedici  come i Charaka Samitha, Sushruta Samhita , Ashtanga Hridaya e Asthanga Sangraha risale al 1700 a.C. – 700 d.C

La scienza vedica è un sistema di conoscenza spirituale che comprende tutti gli aspetti della vita. Essa si occupa di yoga, musica, linguistica, astrologia, architettura, matematica, agronomia e tante altre branche del sapere.

C’e’ un’ unica verita’ , un solo mondo, un solo Se, nel comprenderla realizziamo  che ogni verita’, ogni religione, ogni arte, ogni scienza ci appartiene e ci appartiene perche’ la usiamo creativamente per sviluppare una piu’ profonda comprensione della vita. La verita’ e’ come il sole, che sorge ogni giorno imparzialmente al di sopra di tutti, come la forza vitale presente in ogni respiro.

Le quattro divisioni dei Veda sono Samhita, o raccolta di Mantra in lode di Dio; Brahmana, istruzioni dettagliate sui riti e sul cerimoniale; Aranyaka, indagini sulla Verita’ Suprema; e Upanishad, trattati filosofici che formano la base dei grandi sistemi della filosofia indiana.

Il termine Upanishad ha quattro significati; Cio’ che ci porta alla conoscenza del Brahman, cio’ che scaccia il timore del Samsara, cio’ che distrugge il dolore e cio’ che il Maestro insegna al discepolo seduto accanto e sotto di lui. Le Upanishad contengono il segreto dei Veda.

Alcuni dei testi tradotti in italiano che suggeriamo:

I Veda - La Millenaria Conoscenza Spirituale Indiana I Veda – La Millenaria Conoscenza Spirituale Indiana
I grandi capolavori dell’antica letteratura indiana
Giorgio Cerquetti, Parama Karuna Devi

Compralo su il Giardino dei Libri

I Veda I Veda
Introduzione ai testi sacri indiani
Alessandra Consolaro

Compralo su il Giardino dei Libri